Slider


Milazzo ha una lunga storia alle spalle, è ricca di un grande patrimonio architettonico come il Castello e la città murata, l’originario nucleo urbano. All’interno delle mura oggi sono visitabili il duomo antico del 1400, il palazzo dei giurati e il castello vero e proprio.

All’ingresso, nella chiesa del bastione di Santa Maria è nato recentemente il MuMa – Museo del Mare di Milazzo.

Il Capodoglio Siso

Inoltre è possibile visitare una ricca raccolta di reperti archeologici presso l’Antiquarium, ai piedi del Castello, nel Borgo antico.

Da qui, attraverso scalinate panoramiche, è raggiungibile in pochi minuti il quartiere marinaro di Vaccarella e il lungomare Garibaldi, la via su cui affacciano le nostre camere.

Lungomare Garibaldi

Di grande risalto è anche il patrimonio naturalistico del Capo di Milazzo. Dominano il paesaggio la caratteristica flora mediterranea e le coste incontaminate.

Di recente intorno al promontorio di Capo Milazzo è stata istituita l’area marina protetta. Percorrendo un sentiero naturalistico tra fichi d’india e olivi, si raggiunge la “piscina di Venere”, un autentico gioiello per gli amanti del trekking e dello snorkeling.

Piscina di Venere

Dalla nostra struttura si raggiungono facilmente la lunga e ampia spiaggia sabbiosa di ponente con la Baia del Tono e le affascinanti calette della costa di levante.

Spiaggia di ponente – Baia del Tono

Dalla spiaggia di ponente è possibile ammirare le Isole Eolie, le “sette perle del mediterraneo” ognuna con la sua unicità. Sono luoghi incantevoli e Milazzo è il punto di partenza privilegiato per visitarle.

Vulcano con il suo laghetto naturale dei fanghi caldi, la splendida costa ed i sentieri che portano alla sommità del cratere, fra rocce ed esalazioni sulfuree.

Lipari, la più grande, detta la montagna bianca per i costoni caratterizzati dalla candida pietra pomice e nota dall’antichità per il commercio dell’ossidiana, nera e lucente.

La sua storia è ben documentata all’interno del Castello dove si apre il grandioso museo archeologico.

Salina, l’isola che ha affascinato Massimo Troisi che proprio lì ha girato il Film “Il Postino”, famosa, inoltre, per i capperi e per la produzione di Malvasia.

Panarea, la più piccola ma anche la più frequentata dai giovani e dai vip, che offre una vivace vita notturna.

Stromboli, con la caratteristica forma conica del vulcano – sempre attivo, è particolarmente suggestiva al tramonto perché è possibile vedere l’attività stromboliana, uno spettacolo unico al mondo.

Infine, Filicudi e Alicudi, dotate di straordinaria bellezza in quanto le più incontaminate, che offrono scorci di una realtà pregna di un fascino antico.

Slider

Castroreale

Negli immediati dintorni di Milazzo, particolarmente interessanti i borghi medioevali di Santa Lucia del Mela, che sorge sulle pendici del colle Mankkarruna sulla cui sommità si erge il castello Arabo-Normanno, con il santuario dedicato, e Castroreale, con le sue viuzze, le chiese, le tradizioni religiose ed i panorami mozzafiato.

Complesso rupestre dell’Argimusco

Non molto lontani anche Montalbano Elicona con il complesso rupestre dell’Argimusco, e Floresta, il Comune più alto. Paesi ricchi di una grande tradizione gastronomica tipica dei monti Nebrodi.

Sito archeologico di Tindari

A meno di 20 Km, Tindari con il suo santuario, meta di pellegrinaggi e il sito archeologico dell’antica Tyndaris. Imperdibile una visita al teatro greco-romano, sede di spettacoli nel periodo estivo, e ai resti dell’antico abitato e della basilica.

Laghetti di marinello

Ai suoi piedi la splendida riserva naturale con i laghetti, unicum per la presenza di flora e fauna in un contesto continuamente in divenire,  e la lunghissima spiaggia di sabbia fine sul mare trasparente di Oliveri.

Teatro di Taormina

Superata Messina, altra meta facilmente raggiungibile è la splendida Taormina, con il suo abitato medioevale e l’incantevole teatro.

Da qui vale assolutamente la pena raggiungere il  parco dell’Alcantara, unico per lo spettacolo che offre.

Le Gole dell’Alcantara

Le gole formate dalle pareti rocciose, e l’acqua limpida e gelata che emerge dal sottosuolo alimentando il fiume Alcantara, offrono un’esperienza indimenticabile.